degrado urbano e criminologia

La criminologia è definita come lo studio del comportamento criminale e della delinquenza, conseguenze del degrado urbano e non solo.

Molto spesso gli aspetti che più passano inosservati, sono in realtà dei campanelli d’allarme importanti per carpire segnali del comportamento criminale nel contesto urbano.

Strade sporche, cumuli d’immondizia, stato generale d’abbandono del verde pubblico, ad esempio, sono fattori che possono influenzare il fatto di sentirsi al sicuro, percepito dai cittadini.

Numerose ricerche, infatti, hanno sottolineato come ci sia un collegamento tra il degrado urbano e l’aumento dell’incidenza dei reati criminali.

Il professionista esperto in criminologia, oggi, non può sottovalutare questo fattore e deve essere adeguatamente formato anche sull’aspetto psicologico che tutto ciò conserva intrinsecamente.

La teoria delle finestre rotte

Il concetto di degrado urbano, infatti, è spesso associato a comportamenti delinquenziali reiterati.

Il perché di questo parallelismo è stato spiegato da un esperimento condotto nel 1969 dal professor P. Zimbardo, presso l’Università di Stanford. Il professore posizionò due auto identiche in due quartieri molto diversi: una a Palo Alto e una nel Bronx di New York.

L’auto rimase parcheggiata per qualche giorno e i risultati furono lapalissiani: quella nel Bronx fu velocemente vandalizzata, quella a Palo Alto no.

Gli psicologi decisero di spaccare un vetro anche dell’auto parcheggiata a Palo Alto scatenando una serie di reazioni a catena e in pochi giorni l’auto fu vandalizzata alla pari dell’auto parcheggiata nel Bronx.

Tale esperimento fu alla base della cosiddetta teoria delle finestre rotte, secondo cui un diffuso degrado urbano può influenzare la criminalità e determinare un aumento dei reati criminali maggiori.

I fatti di cronaca sono, purtroppo, un’oggettiva testimonianza di questa teoria.

Al centro della cronaca giudiziaria e non, vi sono i soliti noti quartieri e periferie, quasi sempre associati ad un alto tasso di degrado urbano. Sarà anche questo un punto del programma che CFS fornisce ai propri iscritti, nell’ottica di fornire una serie di strumenti praticamente utili.

Il degrado urbano e le associazioni a delinquere saranno argomento trattato dalla Prof.ssa Caterina De Falco, docente universitaria e criminologa di fama nazionale.

Le iscrizioni per accedere al Corso di Alta Formazione in Criminologia e Forensics Science si chiuderanno ufficialmente il prossimo 28 febbraio.

Se sei in possesso dei requisiti richiesti, contattaci a segreteria@corsodicriminologia.it per avere informazioni.